top of page

La cannabis, una delle prime piante coltivate dall'uomo?

La cannabis, una delle prime piante coltivate dall'uomo? Pazzesco, no? Immagina i nostri antenati del Neolitico, già rilassati con foglie di canapa...


Un team di ricercatori ha analizzato il DNA di 110 piante di cannabis (ebbene sì, 110!) e ha scoperto tre gruppi distinti:

  • Canapa: utilizzata per le sue fibre ultraresistenti (perfetta per corde e vele) e i suoi benefici medici (ciao CBD!).

  • Marijuana: la star degli psicoattivi, apprezzata per i suoi effetti "plananti".

  • Un terzo gruppo "basale": l'anello mancante, l'antenato comune degli altri due, presente solo in Cina.

E qui arriva la sorpresa! La cannabis sarebbe stata domesticata per la prima volta in Cina, circa 12.000 anni fa. È molto prima di quanto si pensasse!

Più tardi, circa 2.000 anni fa, la cannabis si divide in due rami:

  • Canapa: rimane sempre così utile e apprezzata per le sue fibre e le sue proprietà curative.

  • Marijuana: con il suo livello di THC in aumento, diventa la beniamina degli amanti delle esperienze psichedeliche.

Oggi, la cannabis è una pianta controversa. Da un lato, è utilizzata per le sue proprietà terapeutiche e le sue applicazioni industriali. Dall'altro, il suo status di psicoattivo le crea problemi.

Ma una cosa è certa: la cannabis ha una lunga e ricca storia che non smette di sorprenderci. Chissà cosa le riserva il futuro?

Nel frattempo, possiamo rilassarci con una tisana di canapa bio e ricordare le gesta dei nostri antenati neolitici...



3 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page